mercoledì 18 febbraio 2009

Scusi, dà fastidio se non fumo?


Diciamocela tutta. Per i nostri ex compagni di fumo siamo degli sporchi traditori. Da una parte ci invidiano, dall'altra ci disprezzano, da entrambe però ci temono...

Si usciva per fumare la sigaretta con la pausa caffè... Ora o ci vai con un sorrisetto (sfida o nostalgia? non lo ammettiamo nemmeno a noi stessi) o eviti di andare adducendo futili motivi (lavoro). Dopo mangiato al ristorante, prima di salire nelle auto per tornare a casa, ci si fumava una sigaretta sul marciapiede, chiacchierando. Ora chiacchieri lo stesso se ti va, se non è tardi, se non fa troppo freddo; ma in ogni caso non lo devi fare per forza, perché devi fumare appena dopo mangiato. E i tuoi amici lo capiscono bene. Hanno lo sguardo obliquo delle lucertole che scrutano il cielo per vedere se arriva una pedata... "Quando inizierà a dirmi che devo smettere anch'io?"

Io personalmente cerco di fare come se niente fosse, magari evitando in questo periodo iniziale (ma quanto dura?) i comportamenti più a rischio. Sono insomma in quella fase in cui sento l'odore di fumo a grande distanza (provare per credere!) ma non mi so ancora decidere se mi dà fastidio oppure no. Ricordo perfettamente quello che i miei amici stanno provando ora: si chiama sindrome da astinenza, un termine da drogati che rende perfettamente l'idea della situazione. Li compatisco (cioè soffro insieme a loro per loro) ma so anche che la mia scelta è quella giusta.

Ho deciso quindi di fare loro un piccolo cenno all'argomento di tanto in tanto (ad esempio butto lì da quante settimane ho smesso) e offro libri, indirizzi di siti internet, insomma materiale informativo per la loro decisione. 

Loro mi guardano con occhi strani e sorridono con la bocca un po' storta: pensavano di conoscermi. Ora sono solo un traditore. 

Nessun commento:

Posta un commento

Sono ancora qui, felicemente non fumatore ormai da 8 anni, 4 mesi e 17 giorni.

Qualcuno mi ha scritto chiedendomi che fine avessi fatto e la cosa mi è garbata parecchio, lo confesso. Sono ancora qui, felicemente non f...