lunedì 30 marzo 2009

Il calo degli zuccheri


Da sempre, per me "calo degli zuccheri" significa avere voglia di fare un pisolino. Ora so che è perché ho smesso di fumare che ho sempre sonno.
Ai più attenti non sarà sfuggito il nesso causale: da ex fumatore ho maggiori difficoltà a mantenere (almeno in questo periodo iniziale) il livello per me ottimale di zuccheri nel sangue, perché non ho ancora modificato del tutto le mie abitudini alimentari, quindi pisolo...

Non mi riferisco solo alla dieta. Da fumatore mangiavo tre volte al giorno: colazione, pranzo e cena. E non gradivo molto i dolci. Il mio sovrappeso dipendeva soprattutto dalle dosi, insomma... Ora non ci riesco più: devo mangiare qualcosina anche durante la giornata. Pensavo fosse perché ero diventato goloso (sweet tooth), ma sbagliavo: è perché ho smesso di fumare.

Non è stupendo? Considerato che ho fatto una cosa meritoria (prima di tutto per me stesso), il mio corpo mi premia facendomi dormire di più e dandomi dolci... Il più è convincere gli altri che si tratta di una necessità fisiologica e non di pigrizia o golosità. Per questo ho dovuto studiare: pare che la nicotina abbia un effetto diabolico: fa sì che il nostro corpo prelevi le quantità di zucchero che gli necessitano da appositi depositi, anziché direttamente dal cibo, come sarebbe normale. Questo da una parte accelera il ripristino di livello degli zuccheri nel sangue (pochi secondi, contro i normali 20 minuti dell'assunzione del cibo tramite apparato digerente), ma dall'altra ha anche un effetto soppressore dell'appetito. Mangiamo meno e più di rado.

Insomma, se non voglio appisolarmi durante la giornata, devo (ri)abituarmi a suddividere il mio cibo nell'arco dell'intera giornata. Ce la farò da solo? Non è il caso di consultare subito uno specialista?

5 commenti:

  1. ciao sono tre settimane che non fumo e ho lo stesso problema... sonnolenza... vertigini durante la guida. Sono passata da un caffè al giorno ad 8 e sbadiglio lo stesso a fine giornata!!! Se trovi una soluzione fammi sapere, lo stesso vale per me!

    RispondiElimina
  2. La soluzione l'ha trovata direttamente il mio organismo, che s'è adattato abbastanza rapidamente, lasciandomi solo circa tre chili di sovrappeso, da smaltire facendo più moto...
    La caffeina invece aveva per me un effetto amplificato e per questo motivo ho - in pratica - quasi smesso di bere caffè (ma non è stato un grande sacrificio).

    Nota però che questo post è di più di un anno fa, quindi... dai tempo al tempo e facci sapere come va! :-)

    Mi raccomando, MAI PIU' NEMMENO UN TIRO!

    RispondiElimina
  3. sono tre giorni che ho smesso di fumare e mi addormento anche al pc, riguardo alla fame non è cambiato nulla, non mi sento nervosa, quando ho vogia di fumare mi dico che è solo un'intenzione che posso vincere...

    RispondiElimina
  4. Che bello! Ricordati che smettere di fumare è più facile a farsi che a dirsi!
    Mai più nemmeno un tiro!

    RispondiElimina
  5. ho smesso da 5 gg da 30\40 sigarette a zero e ho fumato per 17 anni....ho sempre sonno e mi viene la nausea e le vertiggini...un disastro....spero che passi il piu presto possibile.....

    RispondiElimina

Sono ancora qui, felicemente non fumatore ormai da 8 anni, 4 mesi e 17 giorni.

Qualcuno mi ha scritto chiedendomi che fine avessi fatto e la cosa mi è garbata parecchio, lo confesso. Sono ancora qui, felicemente non f...