mercoledì 8 aprile 2009

Le pubblicità antifumo portano gli adolescenti a fumare di più


Gli studenti delle scuole medie più esposti alle pubblicità antifumo sono i più propensi a fumare secondo uno studio della Georgia University.

Lo studio, che è stato diretto da Hye-Jin Paek, un professore associato alla UGA, ha scoperto che molte campagne antifumo hanno l’effetto opposto sugli adolescenti perchè incoraggiano la normale ribellione dei giovani di quella età. Essi non vogliono infatti sentirsi dire cosa devono o non devono fare.

I ricercatori hanno preso in considerazione i questionari somministrati a 1.700 studenti della scuola media che indagavano sia l’esposizione alle pubblicità antifumo che l’intenzione di fumare. Paek sostiene che I dati mostrano che gli studenti adolescenti sono più facilmente influenzati dalla percezione di cosa i loro coetanei stanno facendo e che le campagne anti-fumo dovrebbe essere più focalizzate sulle relazioni tra pari.

Il messaggio che dovrebbe essere trasmesso non è “non fumare” ma piuttosto “non importa seguire cosa i tuoi coetanei stanno facendo”

Fonte: http://www.ajc.com/, citata da www.psicolab.it

Questa volta lo slogan della pubblicità non ve lo traduco, va bene lo stesso?

Nessun commento:

Posta un commento

Sono ancora qui, felicemente non fumatore ormai da 8 anni, 4 mesi e 17 giorni.

Qualcuno mi ha scritto chiedendomi che fine avessi fatto e la cosa mi è garbata parecchio, lo confesso. Sono ancora qui, felicemente non f...