sabato 16 gennaio 2010

Quattro semplici mosse per non fumare

Come forse vi è noto, il "Programma dei Dodici Passi" è una metodologia sviluppata dagli Alcolisti Anonimi per curare l'alcolismo e nel tempo è stata adattata per trattare anche altre forme di dipendenza. 
Vorrei proporvi (e consigliarvi) un metodo un po' più semplice, derivato dagli insegnamenti del sito "Why Quit", di Joel Spitzer e John Polito, composto da soli quattro passi. Con me ha funzionato. Provate anche voi, se vi va: sono veramente semplici:


1. Capire perché si fuma.


Vi sono veramente molte false credenze a proposito del fumo: la principale è che i fumatori credono di fumare perché vogliono farlo, in realtà devono farlo: è il loro corpo che reclama la nicotina. Sono quindi dei tossicodipendenti e capire questo fatto è il primo passo verso la guarigione. 
Si crede che  fumare mantenga calmi, in realtà il fumo fa aumentare i livelli di stress, o più precisamente le reazioni allo stress. 
Si pensa che fumare renda più energici, in realtà il fumo toglie resistenza ed energia.
Si è convinti che fumare consenta di divertirsi e di condurre stili di vita più attivi socialmente, in realtà il fumo provoca in pratica solo comportamenti antisociali (chiedere ai non fumatori per conferma).


2. Sapere che bisognerebbe smettere di fumare 


Dovrebbe trattarsi di una cosa semplice: tutti i fumatori sanno già ormai che il fumo fa male. Il problema è che non sanno quanto lo sia. 
In rete potete trovare tutte le informazioni di cui avete bisogno per cominciare ad avere veramente paura (come è capitato anche a me, lo ammetto senza difficoltà). Riconoscere che smettere di fumare è di fatto una lotta per la sopravvivenza è spesso di fondamentale importanza per il successo a lungo termine. Si tratta di un’informazione fondamentale per affrontare quei pensieri occasionali alle sigarette, pensieri scatenati da varie circostanze e situazioni e che un ex fumatore affronta per tutta la vita.


3.  Sapere come smettere


Questo è il vero shock per la maggior parte di noi, specialmente se abbiamo fatto qualche ricerca o lettura in merito alla questione. 
Il metodo migliore e più semplice per smettere di fumare è semplicemente “smettere di farlo”; anche se suona del tutto semplicistico e ridicolo. Provate a pensare a tutte le persone che conoscete e che hanno smesso di fumare da almeno un anno e a come queste persone hanno smesso. Ebbene non trovate che la stragrande maggioranza di loro – e in molti casi tutti loro - ha smesso di colpo e senza aiuti farmacologici? Sì è veramente così semplice: non esistono ricette magiche o segrete. Basta buttare via le sigarette. 



 4. Come stare senza fumare
Si tratta di un’altra rivelazione degna di nota.  In quasi tutti i programmi per smettere di fumare si trova questa frase: “non lasciare che uno scivolone (un errore) ti riporti a fumare”. Che ha altrettanto senso quanto dire a un alcolista che sta smettendo “non lasciare che un bicchiere ti riporti a bere” o a un eroinomane “ non lasciare che una piccola iniezione ti faccia ricominciare”. Il messaggio deve essere più forte; piuttosto che “non lasciare che uno scivolone ti faccia ricominciare” dovrebbe essere “NON SCIVOLARE!”.
Siamo tutti dei tossicodipendenti che hanno rinunciato alla propria droga. Riprovarla anche solo una volta ci farebbe ricadere nella dipendenza, come e più di prima. L'unico segreto per stare senza fumare è quindi semplicemente "non fumare più", nemmeno una sigaretta, nemmeno un tiro, nemmeno ogni tanto. Mai più. È assai più facile a farsi che a dirsi, credetemi!

Il mio (nostro/vostro) blog è dedicato al commento di queste stesse fasi perché tutti noi siamo nella medesima situazione all'inizio della nostra battaglia. Siamo cioè dei tossicodipendenti che fanno derivare un sacco di cose belle (tranquillità, concentrazione, soddisfazione, vita sociale e quant'altro) da dei mortiferi cilindretti di carta ripieni di tabacco pressato. 
Non è così. La vita è uguale, anzi migliora, senza le sigarette. Chiedete a un qualunque ex fumatore non se rimpianga le sue sigarette (potreste non credere alla sua risposta) ma se ha notato che riusciva a fare meglio qualcosa da fumatore rispetto ad ora... La risposta la sapete già, vero?

Nessun commento:

Posta un commento

Sono ancora qui, felicemente non fumatore ormai da 8 anni, 4 mesi e 17 giorni.

Qualcuno mi ha scritto chiedendomi che fine avessi fatto e la cosa mi è garbata parecchio, lo confesso. Sono ancora qui, felicemente non f...