martedì 12 ottobre 2010

Scommetto che smetto

Era solo questione di tempo. Del nostro problema hanno fatto un reality. Però c'hanno pensato gli svizzeri (per primi?) con una trasmissione dal titolo "Scommetto che smetto".

Hanno selezionato cinque partecipanti e hanno abbinato ciascuno di loro a un metodo per smettere di fumare; hanno scelto: l'agopuntura, l'elettrostimolazione, Easyway (Carr), sostituti nicotinici e pastiglie (farmaci).
L'esperimento dura cinque settimane, nel corso delle quali i soggetti sono visitati quotidianamente dalle telecamere, che rendono conto dei vari stadi dell'esperienza.

L'iniziativa mi sembra lodevole, ma posso solo leggerne, perché non riesco a vedere la RSI. Dal sito sembra che la trasmissione abbia anche molto seguito (bisogna pur sempre considerare che si tratta di una trasmissione in italiano, idioma certo non preponderante in Confederazione). Non ne so molto di più: se qualcuno potesse/volesse approfondire l'argomento, questo è il sito del programma: http://www3.rsi.ch/pattichiari/esperimento

In Rete ho trovato poi altre notizie di reality legati al problema del fumo: da quelli artigianali di volenterosi  (del tipo: "vi racconto in Rete la mia esperienza, magari con tanto di filmati") a progetti più articolati (è allo studio un progetto del genere: discutibile il fatto che sia sponsorizzato - vedi - da produttori di e-cigs).

Un ultimo accenno di cronaca, è morto Charlie, lo scimpanzé sudafricano con il vizio del fumo. Sembra un paradosso, ma aveva 52 anni, vale a dire che è vissuto dieci anni oltre la media dei suoi simili. Aspetto che qualcuno ci dica che il fumo ha giovato alla sua salute...

Sono ancora qui, felicemente non fumatore ormai da 8 anni, 4 mesi e 17 giorni.

Qualcuno mi ha scritto chiedendomi che fine avessi fatto e la cosa mi è garbata parecchio, lo confesso. Sono ancora qui, felicemente non f...